One Love Movement

SNKRBurger – Tutte le sneakers create da Eminem

Eminem

SNKRBX è un blog italiano che dal 2012 si occupa di tutto ciò che gravita intorno alla sneaker-culture e da oggi ha avviato una collaborazione con noi di RapBurger per raccontarci come il mondo delle sneakers sia legato fortemente a quello dell’hip hop, nasce così SNKRBurger. Oggi si parte subito con il botto, si parlerà infatti di uno degli artisti più importanti a livello mondiale e della sua passione per le Nike, stiamo parlando di Eminem.

EMINEM

Poche personalità all’interno dell’establishment rap statunitense possono vantare una collezione di Nike vasta come quella di Em. Nel corso della sua carriera è stato visto indossare moltissime Jordan Retro, ma la sua preferenza va indubbiamente alle bolle colorate: dalle Air Max Wright e Ltd, alle Air Max 95, passando per Air Max Burst, Air Max 90 ed 1, fra le altre.

Appassionato di sneakers sin da ragazzo, a partire dai primi anni duemila ha inanellato una serie di collaborazioni con Nike ambitissime dai collezionisti più accaniti. Andiamo a ripercorrerle in ordine cronologico, dalla prima all’ultima.

  • Air Max Burst ”Slim Shady”- 2003: per la prima collaborazione Marshall non poteva non utilizzare la Air Max Burst, una delle silouhette da lui più apprezzate ad inizio anni 2000! Realizzate in mille paia, sono il modello più facilmente reperibile per i fan di Em. Presentano una elegante tomaia tono su tono grigio e bianco, con la dicitura ”Air Slim Shady” sulla linguetta.
1
  • Air Force 1 Low ”Shady Records” ed ”Encore”- 2004: Queste due AF1 vennero rilasciate per commemorare l’uscita del quinto album solista di Em, ”Encore”. Release limitatissima friends and family (vengono così chiamate le sneakers che vengono fatte uscire, spesso a scopo promozionale o commemorativo, solo per pochi amici e collaboratori, quindi non destinate al grande pubblico).
2 3
  • Air Force 1 Low ”Shady Records”- 2004: l’ultima sneaker f&f per Em nel ’04, all’interno nella soletta sono presenti tutti i nomi dei membri del suo crew D-12. Fuori si presenta come la più classica delle tomaie Air Force, quella tutta bianca, con suola Icy trasparente. E loghino Shady Rec, ovviamente.
4
  • Air Jordan IV ”Encore”- 2005: Quando si dice ”sneakers” ed ”Eminem” il pensiero va subito a questa bomba. 50 paia destinate solo ad amici e collaboratori. Molto più che rara, direi quasi una Jordan leggendaria. Impossibile da trovare, raramente un paio fuoriesce dai caveau dei collezionisti più importanti, e quando lo fa, la cifra può superare tranquillamente le 5 cifre. Basti pensare che una delle ultime paia venne venduta dal noto consignment store Flight Club per 37,500$.
5

Nel 2006 Em allestisce le ‘‘Charity Series”: uscite ognuna in 8 paia numerate, vennero messe all’asta ed i proventi destinati alla Marshall Mathers Foundation, che si occupa dei bambini in situazioni sfavorevoli nello stato natale di Em, il Michigan. In un’intervista Eminem ha dichiarato che voleva realizzare delle Air Max che potessero abbinarsi agli outfit di tutti i giorni, e nel farlo ha scelto di dedicare le sneakers ai vari punti salienti della sua vita professionale:

  • Air Max 1 ”Big Proof’‘: uscita per commemorare il membro dei D-12 e miglior amico di Em, Proof, scomparso l’11 Aprile 2006 in seguito ad una rissa fuori da un locale sulla 8 Mile rd. di Detroit. Presentano il viso di Proof sul tallone e nella soletta interna, e la S di Shady Records sulla parte laterale frontale. Esistono diversi samples di questa sneaker, con variazioni soprattutto sul posizionamento dei blocchi di colore. Per questa motivazione forse ne esistono più di 8 paia, ma il dato corretto è sconosciuto.
6
  • Air Max 90 ”EMINEM’‘: a mio avviso una delle più belle per i materiali utilizzati e l’accostamento dei colori della tomaia. Nylon mesh blu, pelle lucida patent blu elettrico accostato al verde foglia. Completa l’opera il branding Eminem nella parte posteriore.
7
  • Air Max 93 ”D12”: difficile sbagliare con gli accenti Elephant Print. Specialmente se vengono realizzati in un’inedita combinazione di verde foglia e verde poison. Inusuale il posizionamento del branding D-12, collocato sul pannello della punta. Sulla parte frontale laterale presenta lo stesso branding ”S” gotica della Air Max 1 Big Proof.
8  
  • Air Max 180 ”Shade45”: altro capolavoro, sarà che ho un debole per l’Air Max 180. Stavolta si commemora la Radio di Em, Shade45 su Sirius Satellite Radio. Pelle premium martellata bianca su nubuck nero, completate dagli accenti arancioni – e i branding Solebox (importantissimo sneakershop berlinese protagonista di tantissime collaborazioni ambite dagli sneakerhead di tutto il mondo) e Shade45 sul tallone. Bellissime.
9
  • Air Max 95 ”Goliath”: l’unica non realizzata da Em, ma dal suo manager Paul Rosenberg. Presentano il logo Goliath, la società di management di Paul, sulla linguetta.
10
  • Air Max 97 ”Shady Records”: realizzata in onore dell’etichetta Shady Rec, di cui troviamo il logo nella parte frontale laterale della scarpa, presenta una livrea che ricorda la Mowabb e le altre Nike ACG di metà anni ’90, grazie all’utilizzo di colori di terra abbinati ad accenti blu ed arancio.
11
  • Air Max 360 ”Interscope Records”: all’epoca era l’ultimo modello Air uscito. L’accostamento beige/rosa funziona sempre, basti pensare alle le Air Max 90 Tongue n Cheek di Dizzee Rascal o alle collaborazioni dello sneakershop Dave’s Quality Meat che presentano schemi di colore molto simili a questa 360.
12
  • Air Max 2003 ”Eminem”: probabilmente il modello meno amato della collezione, tomaia all black, accenti arancioni e branding ”E” rosso posizionato come per le altre nella parte frontale/laterale della scarpa.
13
  • Air Jordan II ”The way I am” - 2008: realizzate per celebrare l’uscita della autobiografia di Em, che porta appunto il medesimo nome, è forse la collaborazione più rappresentativa del rapper di Detroit. Realizzata in 313 esemplari, richiamando appunto l’Area Code di Detroit da cui provengono Em e tutto il resto della cricca D-12 ( non a caso ”313” è anche il titolo di una traccia del primo disco solista di Em, Infinite). Decorata con un pattern ispirato alle rime scritte a mano dall’MC nel suo book of rhymes. La AJII fu la prima Jordan di Marshall da ragazzo, e tuttora la sua preferita.
14
  • Air Jordan IV ”Marshall Mathers 15th Anniversary” – 2015: L’ultima collaborazione del rapper di Detroit, per ora solo annunciata un paio di mesi fa, si vocifera anche questa friends and family. Tomaia all black in canvas (forse fornito da Carhartt, dicono i rumors) con accenti chrome. Probabilmente destinata a commemorare il 15esimo anniversario dell’uscita di ”The Marshall Mathers Lp”, il suo terzo album solista, uscito nel 2000. Sui tab sul retro sono presenti la “E” speculare da una parte e la maschera da hockey sull’altra. La maschera richiama i live di Em di inizio millennio quando era solito presentarsi on stage con salopette in jeans, maschera da hockey e motosega, proprio in pieno periodo ”MMLP”.
15

Si conclude così il primo episodio di SNKRBurger, la collabo firmata SNKRBX e RapBurger, fateci sapere cosa ne pensate e qual è la vostra preferita tra le sneakers ideate da Eminem.

Siamo solo all’inizio!

(Francesco Roscigno)

The post SNKRBurger – Tutte le sneakers create da Eminem appeared first on RapBurger.